Verbale della riunione del 31 maggio 2018

Sono presenti:

Augusto Cocorullo – Sociologia del lavoro

Carlo Sorrentino – Problemi dell’informazione

Ilaria Iannuzzi – Rivista trimestrale di Scienza dell’Amministrazione

Emanuela Pace – Journal of mediterranean knowledge

Enrico Campo – Simmel studies

Vincenzo Mele – Simmel studies

Luca Corchia – The Lab’s quarterly

Ambrogio Santambrogio – Quaderni di teoria sociale

Lorenzo Bruni – Quaderni di teoria sociale

Paola Borgna – Quaderni di sociologia

Cristopher Cepernich – Comunicazione politica

Isacco Turina – Etnografia e ricerca qualitativa

Laura Sartori – Polis

Vittorio Mete – Merdiana

Giuseppe Giordan – Annual review of the sociology of religion

Antonio Maturo – Salute e società

Paolo Zurla – Autonomie locali e servizi sociali

Maurizio Bergamaschi – Sociologia urbana e rurale

Ciro Tarantino – Minority reports

Alessandra Straniero – Minority reports

Stefania Ferraro – Cartografie sociali

Lucia Re – Studi sulla questione criminale

Lorenzo Viviani – Società mutamento politica

Pierluca Birindelli – Società mutamento politica

Nicoletta Pavesi – Sociologia, Studi di sociologia

Maurizio Ambrosini – Mondi migranti

Emanuela Mora – International journal of fashion studies

Giovanni Battista Sgritta – International review of sociology

Mariella Nocenzi – Internationl Review of sociology, Glocalism

Raffaella Sette – Rivista di crimonologia, Vittimologia e sicurezza

Vincenzo Marasco – Cambio. Rivista sulle trasformazioni sociali

Angela Perulli – Cambio. Rivista sulle trasformazioni sociali

Sabina Curti – Sicurezza e scienze sociali

Silvia Fornari – Sicurezza e scienze sociali

Edoardo Fittipaldi – Sociologia del diritto

Francesco Lazzari – Visioni Latinoamericane

Veronica Roldan – Visioni latinoamericane, Religioni e società

Antonio Fasanella – Sociologia e ricerca sociale

Paola di Nicola – Italian sociological review

Emanuela Abbatecola – About Gender

Barbara Saracino – Sociologia italiana. AIS Journal of sociology

Simona Scotti –

(non leggibile) – Visioni LatinoAmericane

Alle ore 14:15, Santambrogio e Borgna aprono i lavori.

Santambrogio illustra l’ordine del giorno:

Ordine del giorno

  1. Approvazione del verbale della seduta precedente
  2. Proposta di un regolamento CRIS
  3. Questione referaggi (scheda comune di referaggio; lettera agli editori; regolamento referaggi)
  4. Incontro con Paolo Miccoli: resoconto
  5. Proposte per il nuovo regolamento ANVUR
  6. Sito CRIS
  7. Annuario CRIS
  8. Proposta di organizzazione di un convegno per il 2019
  9. Definizione del prossimo appuntamento

Varie eventuali

Punto 1 – Approvazione del verbale della seduta precedente

Il verbale della seduta precedente viene approvato a seguito del recepimento di tutte le modifiche proposte.

Punto 2Proposta di un regolamento CRIS

Dopo ampia ed approfondita discussione, si decide di modificare lo Statuto del CRIS come segue.

  1. Modificare l’art. 4 come segue:

“Art. 4.

Il CRIS è un organismo assembleare. Non ha organismi interni ed elegge un coordinatore e un vice-coordinatore a cadenza biennale. Le riunioni sono valide se è presente la maggioranza delle riviste iscritte al CRIS. Le decisioni sono prese dalla maggioranza delle riviste presenti alle riunioni. Le decisioni così prese costituiscono posizioni ufficiali del CRIS e sono rappresentate dai coordinatori. I presenti alle riunioni sono considerati a tutti gli effetti rappresentanti delle relative riviste. Le decisioni prese non sono vincolanti per le singole riviste.”;

  1. Inserire l’articolo 7, che recita:

“Il presente Statuto può essere modificato qualora se ne evidenzi la necessità a maggioranza qualificata”;

Si decide inoltre che per il biennio in corso, a partire dalla data di oggi, il coordinatore è Ambrogio Santambrogio e il vice-coordinatore è Paola Borgna; di approvare lo Statuto a seguito della approvazione delle modifiche sopra indicate.

Punto 3. – Questione referaggi (scheda comune di referaggio; lettera agli editori; regolamento refereaggi)

Dopo ampia ed approfondita discussione, si decide:

  1. di modificare il punto 7 dell’“Elenco dei criteri del processo di referaggio” come segue: “Tutto il processo non deve richiedere di norma più di sei mesi.”;
  2. di modificare il punto 9 dell’“Elenco dei criteri del processo di referaggio” come segue: “La rivista pubblica di norma ogni 3 anni l’elenco dei referees che hanno collaborato nel triennio di riferimento”;
  3. che le riviste aderenti al CRIS possono inserire nei numeri pubblicati la seguente espressione: “La rivista segue i criteri del processo di referaggio approvati dal Coordinamento delle riviste italiane di sociologia (CRIS)”.

Punto 4 – Incontro con Paolo Miccoli: resoconto

Santambrogio sintetizza i contenuti dell’incontro avuto, insieme a Paola Borgna, con il Presidente di ANVUR Paolo Miccoli. Miccoli, dice Santambrogio, è stato molto disponibile e collaborativo. Ha fatto presente che ANVUR aveva appena redatto nuove linee guida di interpretazione del regolamento per la valutazione delle riviste (consultabile ora sul sito ANVUR: Delibera n. 69 del 18/4/2018 del Consiglio Direttivo dell’Anvur avente ad oggetto “Interpretazione autentica degli articoli 5, comma 1, lettera b); 6, commi 3 e 4; 7, comma 2; 8, comma 1, lettera a); 15, comma 2, del Regolamento per la classificazione delle riviste nelle aree non bibliometriche”, http://www.anvur.it/wp-content/uploads/2018/05/Delibera_69_2018_Regolamento_Riviste.pdf) e che si è impegnata a scrivere un nuovo regolamento entro la fine dell’anno, ribadendo la disponibilità a consultare il CRIS e a collaborare con le comunità scientifiche nella stesura dello stesso. Il punto su cui si è avuta una maggiore rigidità da parte del Presidente ANVUR riguarda la questione relativa all’impiego della VQR per la valutazione delle riviste di aree non bibliometriche. Anche se, in definitiva, non sembra esservi un pregiudizio di fondo sulla ridiscussione della materia, come la stessa approvazione da parte del Consiglio Direttivo di una nota di interpretazione autentica di alcuni articoli e commi del regolamento vigente dimostrerebbe. L’insistenza di ANVUR è rivolta però all’identificazione di alternative percorribili riguardo i criteri di valutazione. Inoltre, Santambrogio comunica che Paolo Montesperelli gli ha fatto sapere che anche altre aree CUN (area 10, 11, 12, 13) sembrano interessate ai problemi sollevati dalla valutazione delle riviste di area non bibliometrica. Sarebbe dunque auspicabile, a parere di Santambrogio, incentivare una discussione tra le diverse aree del CUN. Infine, Santambrogio fa presente che Miccoli ha auspicato il contatto diretto tra il gruppo di lavoro per le riviste dell’area 14 e il CRIS. Santambrogio chiede perciò se si è tutti d’accordo nel procedere alla richiesta di tale incontro.

Anche Paola Borgna conferma la disponibilità di Miccoli e aggiunge alcuni dettagli riguardanti quanto detto dal Direttore ANVUR, con particolare riferimento alle richieste, finalizzate a fugare dubbi interpretativi e ad assicurare la omogenea applicazione per tutti i gruppi di lavoro, (si veda in proposito la delibera sopra indicata) rivolte al direttivo Anvur dal gruppo di lavoro per la classificazione delle riviste di area 12. Il Direttore, dice Borgna, ha raccontato che i giuristi hanno proposto una simulazione su riviste di area giuridica, condotta con i criteri vigenti e poi con criteri modificati. Borgna ribadisce che ANVUR sembrerebbe disponibile a recepire eventuali proposte di modifica rispetto ad un nuovo prossimo regolamento entro l’inizio di ottobre 2018.

Tutti sono d’accordo nel chiedere un incontro con il gruppo di lavoro per le riviste area 14.

Punto 5 – Proposte per il nuovo regolamento ANVUR

Dopo ampia e approfondita discussione, si decide:

  1. che ciascuno si impegna a far pervenire, entro la metà di settembre, proposte relative a criteri alternativi di valutazione della classificazione delle riviste rispetto a quelli vigenti, così da poterli discutere con ANVUR; si condivide l’idea che sarebbe utile arrivare alla stesura di un documento condiviso in materia da sottoporre ad Anvur.
  2. di invitare alla prossima riunione del CRIS il gruppo di lavoro per le riviste dell’area 14, per avere così un confronto diretto sulle questioni sul tappeto.

Punto 6 – Sito CRIS

Santambrogio presenta il sito CRIS, chiedendo se ci sono proposte di modifica. Poiché non emerge nessuna richiesta, si impegna a comunicare al più presto la concreta operatività del sito.

Punto 7 – Annuario CRIS

Dopo ampia e approfondita discussione, si decide:

  1. di suddividere la scheda già compilata in una parte “statica”, contenente le informazioni relative a nome, direttore, redazione, comitato scientifico, etc., da inserire sotto la voce “riviste aderenti” del sito CRIS; e in una parte dinamica, contenente tutte le informazioni relative all’ultima annata, da inserire sotto la voce “annuario CRIS” del sito CRIS;
  2. di segnalare all’indirizzo di posta del CRIS esclusivamente iniziative strettamente attinenti alle attività delle riviste.

Punto 8 – Proposta di organizzazione di un convegno per il 2019

Dopo ampia e approfondita discussione, si decide:

  1. che il CRIS è il soggetto promotore di un convegno scientifico che si intende organizzare nel 2019;
  2. di rinviare al prossimo incontro la decisione relativa al tema del convegno. Si sollecita, nel frattempo, l’elaborazione di ipotesi relative all’individuazione del tema del convegno.

Punto 9 – Definizione del prossimo appuntamento

Il CRIS decide di riunirsi il 17 settembre 2018, ore 14.30.

La seduta è sciolta alle ore 17:00.